Fiera del Fumetto


Ho scoperto da poco che raggiungere Lugano in treno è un attimo. Non che in auto ci si mettano le ore, ma con una macchina vecchia come la mia incominciava a diventare complicato, per via delle decine di bollini autostradali accumulati nel tempo sul parabrezza. Praticamente mi tocca guidare sporgendo la testa dal finestrino, con i disagi che si possono immaginare. Cambiare macchina non ne ho voglia. Magari il parabrezza. Vedremo. Intanto uso il treno.
Lugano ti accoglie nella sua bella stazione vista lago, pulita e ordinata che sembra di essere in Svizzera, e la prima persona che incontri è Massimiliano Pani.
Passeggiando poi di sabato sera all’ora dell’aperitivo sotto i bei portici del centro storico, ti può capitare di incrociare, che so, Massimiliano Pani.
Massimiliano Pani sembra l’unico abitante di Lugano. Sarà che i luganesi, ammesso che esistano, a quell’ora sono tutti a Milano, a farsi l’aperitivo sui navigli.
Tutto ciò a parte, comunque, la Fiera del Fumetto di Lugano è un’imperdibile occasione di incontro con vecchi e nuovi amici e, perché negarlo?, anche con Massimiliano Pani.
Fabio Baudino (che non vuole essere nominato ma io lo nomino: FABIO BAUDINO!), l’instancabile animatore e patron della manifestazione che quest’anno celebra la sua ottava edizione, ha voluto investire me, indegnamente, dell’ambito privilegio, della grave responsabilità, dell’alto ufficio insomma, di realizzare un breve racconto tematico da distribuire al pubblico, come è tradizione dell’evento.
Pensa che ti pensa (un minuto-minuto e mezzo, il massimo che mi consente la mia capacità di concentrazione), ho elaborato un plot siffatto: qualcuno ha rubato il simbolo più prezioso,
il sacro feticcio, l’anima, l’essenza stessa del Paese: i buchi dell’emmental! Il mitico prodotto caseario gloria e vanto della Nazione, è ridotto a un dozzinale gruviera. Le gendarmerie sono in fibrillazione, le borse tremano, le piazze sono in fermento, si temono disordini e il tracollo delle istituzioni democratiche…
Tutte le speranze di una rapida soluzione del caso e di un ritorno alla normalità sono riposte nella brillante arguzia e nella capacità di indagine di due vecchie conoscenze del fumetto, Lupo Alberto e il suo degno compare Enrico la Talpa. Non vi dico di più, anche perché non potrei, dato che non ho al momento uno straccio di idea su come dare un seguito a questa storia strampalata. E non è detto che mi verrà poi.
Ma ne uscirò. Male, ma ne uscirò.
Buon divertimento.  
 
Silver

ORARIO FIERA 2018
Venerdì 28 settembre
9:30 - 19:00
Sabato 29 settembre
9:30 - 19:30
Domenica 30 settembre
9:30 - 17:00

PREZZO DEL BIGLIETTO
Omaggio con il prezzo intero
Chf. 10,00 / €. 10,00
Bambini 0-10 anni: gratis

Ospiti

Alfredo Castelli

Altan

Boban Pesov

Claudio Villa

Don Alemanno

Marina Sanfelice

Roberto Rinaldi

Silver

Tanino Liberatore

Tino Adamo